Ruote OZ Racing

18/06/15
Materie prime impiegate nell'industria aerospaziale Le leghe utilizzate per la produzione delle ruote OZ sono il risultato di una lunga esperienza nel mondo delle corse. Le stesse tecnologie e know-how vengono utilizzati per le ruote mercato auto. Le leghe di alluminio per le ruote di "secondo impianto", tra le leghe più leggere (peso specifico 2,7 g/cm3). Utilizzato sotto forma di lega e sottoposto a tempra strutturale e successivo invecchiamento, conserva la sua caratteristica principale, la leggerezza, e migliora le proprietà meccaniche e tecnologiche. Il campo d'impiego va dall'edilizia all'arredamento, fino all'industria aerospaziale. Le leghe di magnesio per le ruote da competizione; è il più leggero tra i metalli di uso strutturale (peso specifico 1,74 g/cm3, 35% in meno dell'alluminio). Le leghe di magnesio sono caratterizzate da un'estrema leggerezza, resistenza all'impatto e alle vibrazioni, non sono soggette a stiramento. La qualità inizia nei processi tecnologi di produzione Le ruote OZ sono prodotte attraverso i processi di Bassa Pressione e Gravità. Bassa pressione: processo di fusione che sfrutta la pressione di circa 1,2 bar per consentire all’alluminio allo stato liquido di penetrare nello stampo. A differenza della fusione di gravità, l’uso di un tipo di lega con trattamento tecnico dà al getto maggiore compattezza e notevoli caratteristiche meccaniche, permettendo significative riduzioni di peso a parità di carico massimo sopportato. Gravità: processo di fusione che sfrutta la forza di gravità per far scorrere nello stampo il getto di alluminio allo stato liquido che, raffreddato con l’acqua, porta alla solidificazione nella forma della ruota. Il processo di gravità OZ non usa lega da trattamento termico. Leghe utilizzate: G-AlSi10Cu, G-AlSi7Mg. Trattamenti termici si dividono in due fasi: Tempra strutturale: consiste nel riscaldamento del pezzo a temperature comprese tra 400 e 600 °C. Questa operazione provoca la solubilizzazione dei leganti e la conseguente stabilizzazione delle tensioni. Invecchiamento (o stagionatura): naturale o artificiale, completa il ciclo dei trattamenti e rende la lega adatta all'utilizzo strutturale. Le leghe dell'alluminio vengono sottoposte a trattamento T6, con invecchiamento artificiale, mentre le leghe del magnesio subiscono trattamento T4, con invecchiamento naturale. Lavorazioni meccaniche. Solo per ruote forgiate. Il tornio verticale viene impiegato per la lavorazione di canale e centro ruota (che alloggia i mozzi dell'autovettura e l'apparato frenante). Con la fresa a codolo si ottiene la forma delle razze. Prima della finitura, la ruota viene sbavata a mano e sottoposta - in alcuni casi - a "pallinatura" con sfere d'acciaio da 0,1 mm di diametro, per compattare la superficie. Processo di Finitura e trattamento elettrochimico Le ruote OZ sono anodizzate con un trattamento elettrochimico che non provoca alcun aumento di peso, ma protegge dalla corrosione e migliora la forma della ruota e la lavorazione meccanica. Il processo di finitura, che tradizionalmente si applica su ruote aftermarket, richiede l'applicazione di quattro strati successivi costituiti da polveri epossidiche fissate a caldo e vernice metallizzata liquida. Alla fine viene applicato un film trasparente, che conferisce ulteriore brillantezza alla ruota e la protegge da abrasioni e agenti chimici.

« Indietro

Telefono

049 9479196

Mobile

393 8905837

Skype

Per informazioni clicca qui